Antefissa a testa femminile

Antefissa a testa femminile

540-530 a.C.

Descrizione:

Frammento di antefissa a testa femminile di cui resta solo la parte sinistra. L’oggetto appartiene alla sommità del tetto di un edificio, forse un tempio all’interno del santuario delle Curiae Veteres, le cui strutture non sono conservate (Rescigno “Tetto 4”). E’ attribuito al sistema decorativo definito Veio-Roma-Velletri, dalle località in cui è stato individuato. Probabilmente dallo stesso tetto provengono le lastre architettoniche con rilievi figurati di partenza e arrivo di guerrieri, assegnate ad un sistema decorativo leggermente più tardo (Roma-Caprifico).  

Luogo di ritrovamento: Roma. Scavo delle pendici nord-orientali del Palatino, Curiae Veteres. Frammento più antico (“residuo”).

Luogo di conservazione: Roma. Laboratorio delle Ex Vetrerie Sciarra. Sapienza Università di Roma (deposito temporaneo).

Condizione giuridica: Proprietà dello Stato.

Dettagli:

DATAZIONE CONTESTO:

450-425 a.C.

DATAZIONE REPERTO:

540-530 a.C.

MATERIALE E TECNICA:

Terracotta; a matrice.

AMBITO CULTURALE:

Età arcaica.

Fa parte di: